Susanna e Bibi makeup time: Met Gala 2018

Ladies and Gentlemen! Ben ritrovati sul blog!

Per questo appuntamento con Susanna di Cugine Makeup, abbiamo pensato di proporvi un articolo più insolito. A seguito degli ultimi Met Gala, abbiamo deciso di proporvi i tre makeup che ci sono piaciuti di più, spiegandovi come ricrearli.

SCARLET JOHNASSON

Perché mi piace

É uno dei miei makeup preferiti perché é fresco, radioso e totalmente differente da tutti quelli proposti durante i Met Gala di quest’anno. Trovo doni molto a Scarlet, complice anche un pixie cut che mi fa davvero, davvero impazzire.

Come realizzare la base

Per una base luminosa ma dal finish semi matte io opterei per il mio amato Studio Fix Fluid, applicando con la beauty sponge di Fenty Beauty ( la mia preferita del momento), per una coprenza leggera. Come primer nella zona T applicherei il primer opacizzante di Sephora, per essere sicuri che non ci sia luciditá e per garantire una pelle flawless. Come correttore utilizzerei un correttore fluido, come l’hd concelear di Nyx Cosmetics. Per definire i volumi opterei per una polvere non troppo scura, come la 02 di Puro Bio mischiata a Gotham di Nabla, aggiungendo un blush malva come Kendra di Nabla. Illuminante molto soft, che nella mia makeup collection significa Jinkie di Colourpop. Fisserei il tutto con una cipria sottilissima come la cipria correttiva di Dr.Hauschka.

Come realizzare gli occhi

Pochi prodotti ma buoni: dopo un buon primer, applicherei Gea come colore di transizione essendo molto neutro, per poi ricreare il riflesso pesca con Sistina dalla SoulBlooming. Nell’angolo esterna dell’occhio appliccherei il num di Nyx Cosmetics, un fucsia opaco. Su tutta la palpebra invece andrei ad applicare con un pennello Philosophy dalla SoulBlooming di Nabla. Nella rima inferiore un tocco di matita n.168 di Makeup Forever sfumata con Juicy dalla Different II di Mulac. Tanto mascara volumizzante, io ho scelto quello di Astra, o in alternativa ciglia finte. Sopracciglia definite naturalmente con una matita come la brow pencil di Benefit.

Come realizzare le labbra

Avendo scelto un colore opaco ma molto leggero, utilizzerei un buon primer labbra come il mattificante di Sephora tamponando il color magenta dalla nuova collezione true Nature di Equilibra.

GIGI HADID

Perché mi piace?

Elegante ma d’effetto con quel dettaglio glitter su un halo con una coda di eyeliner grafico. Portabile, ma senza essere banale, riprende i colori dell’abito. Gigi splendida come al solito, niente da aggiungere.

Come realizzare la base

Per un base super glow ma anche strutturata utilizzerei la strobe cream di Mac come primer, lo studio fix fluid come fondotinta. Correzione occhiaie con l’hd concelear fissato con la cipria in polvere libera di Yves Rocher con un soft baking. Conturing marcato con la mia amata Nakedshapeshifter di Urban Decay, blush exposed di Tarte e infine illuminante liquido nella tonalitá sin sempre di Urban Decay.

Come realizzare gli occhi

Nella piega applicherei un mix tra flowery dalla Soul Bloomin e dope da Pastel Goth, mentre su tutta la palpebra mobile Meow. Al centro tamponerei current eden e garden gate sempre di Nabla, per poi realizzare la linea di eyeliner con il tattoo liner in troper di Kat Von D. Nella rima inferiore ripeto gli stessi passaggi ma applico l’eyeliner glitter di Catrice a ricreare l’effetto luminoso corretto. Mascara e ovviamente ciglia finte. Per le sopracciglia utilizzerei una pomade, la mia preferita del momento é di Mulac Cosmetics per renderle definite.

Come realizzare le labbra

Per realizzare le labbra mischieri broadway di Nabla con Shrowm di Lime Crime, applicando il gloss Vip di Tarte al centro, per donare l’effetto volumizzato e naturale.

LETITIA WRIGHT

Perché mi piace

Adoro Letitia da quando ho visto Black Panther, ha carattere e lo dimostra anche nei suoi look. Un makeup luminoso, grafico e nello stesso tempo semplice. Ho adorato le labbra nude, inusuali e per questo molto ben accette. La trovo un ottima alternativa per le più giovani e per chi ha poco tempo e vuole risultare comunque meravigliosa ad una serata di Gala.

Come realizzare la base

La base é molto semplice e veloce: fondotinta leggero dal finish semi matte mischiato alla strobe cream, correzione occhiaie, leggero conturing, e cipria solo nella zona. Il tutto con la palette Naked Shapeshifter, il fondotinta Studio fix e il correttore di Nyx Cosmetics.

Come realizzare gli occhi

Per gli occhi andrei prima definire il cat eye con la carbon black di Flormar, che adoro per la sua intensitá, morbidezza ma anche durata, fissandola con un ombretto opaco/leggermente shimmer nero. Come tocco dorato sulla palpebra mobile andrei ad applicare con pennello bagnato, per poi illuminare la rima con la matita metallica di Deborah. Questa volta andrei ad utilizzare un mascara allungante e volumizzante come il Dark Love di Clio Makeup, dallo scovolino identico al Better than Sex di Too Faced ma senza grumi e grumetti vari. Sopracciglia definite sempre utilizzando un brow pot.

Come realizzare le labbra

Per le labbra, complice cibo e bicchieri di champagne che sicuramente le partecipanti dovranno bere, condivido la scelta del non utilizzare il rossetto. Per rendere le labbra comunque idratante e piene, andrei ad utilizzare il balsamo volumizzante labbra di Lepo, inserendolo poi in borsetta per effettuare ritocchi nel corso della serata.

APPUNTI SU STRADA, CRITICHE E CONSIGLI

Come avrete notato, per tutti e i tre i look ho immaginato di utilizzare lo Studio Fix. Tra i fondotinta che ho adesso nella mia makeup collection, ma anche tra quelli provati fin ora, lo trovo il più versatile: la formula é leggera, quasi impercettibile sulla pelle ma permette di essere stratificato e diluito per adattarsi ad esigenze di finish e coprenza differenza.

Perché sì, anche il primer può fare la differenza, e per le serate di Gala e/o eventi importanti, non può mai mancare, ma é il fondotinta il vero segreto.

Altre novitá presenti nell’articolo sono la palette Soulblooming e l’eyeliner Current Eden, che mi stanno stupendo piacevolemente e trovo molto adatti al mood primaverile. Ve ne parlerò presto.

Quale look avete preferito? Di quale prodotto vorreste saperne di più? E sopratutto, cosa avrá fatto Susanna?

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *