Beauty and prejudice: Intervista a Lara di My Curly Colors

Ladies and Gentleman! Ben ritrovati sul blog!

In occasione dell’ultimo press day di Paola P, ho potuto incontrare ( nuovamente aggiungerei) Lara e chiacchierare con lei dei temi che caratterizzano Beauty and Prejudice ma anche dei suoi progetti, delle novitá che sta presentando attarverso i suoi canali in questo ultimo periodo.

Ciao, parlaci di te: chi sei, cosa fai nella vita e perché hai aperto il tuo blog.

Sono Lara, ho 34 anni e vivo a Riccione. Ho aperto il blog e il canale youtube ormai 4 anni fa, all’inizio per passione ma anche per passare il tempo perché avevo un negozio e troppo tempo libero: il mio fidanzato mi ha regalato un computer e ho trovato video su youtube riguardanti il beauty che assolutamente non conoscevo.

Mi sono appassionata e ho deciso che dovevo farlo anche io. Inizialmente come passatempo e andando avanti mi sono sempre più appassionata, e ho capito che era una cosa che volevo fare. Nell’ultimo anno mi sto dedicando proprio a questo: ho preso una pausa dal mio lavoro di commessa e di venditrice ( ho anche avuto un negozio mio per alcuni anni) per seguire una passione e quindi da un annetto a questa parte mi sto dedicando al blog con una programmazione più continuativa e frequente e al canale, perché fare video mi piace sempre.

Cosa rappresentano per te la cosmesi e il makeup?

Rappresentano sicuramente una cura di se e consapevolezza di poter truccarsi come di uscire di casa struccate. Per anni, quando ero ragazzina ho avuto la fissa del makeup che andava a coprire quelle che erano delle insicurezze e delle fragilità ed ero molto legata a questo aspetto. Ho avuto anche degli anni in cui non mi sono truccata per nulla. Sono passata da un estremo all’altro, per poi trovare un equilibrio interiore che è una giusta via di mezzo. Per me adesso il makeup è una possibilità di prendermi cura di me, prendermi del tempo per me e vedermi come voglio, cambiare in base allo stato d’animo e all’umore ma avendo sempre la certezza che posso anche uscire struccata e non è assolutamente un problema. E’ una possibilità di giocare ma anche di concedersi delle attenzioni in più. Sopratutto per la cosmesi che mi ha appassionato davvero tantissimo negli ultimi anni e tra le due è quella a cui do più attenzioni.

Cosa significa per te essere una beauty blogger?

Io ho una visione della beauty blogger molto particolare, mi sento una beauty blogger atipica e fino a poco tempo fa non mi sono mai definita una beauty blogger, faccio fatica anche adesso a definirmi tale perché è stata una passione e voglio che rimanga sempre tale. Io voglio che passi una verità totale da quelli che possono essere i miei test, le mie prove, la mia quotidianità, voglio condividere proprio quelle che sono le impressioni date dall’utilizzo dei prodotti che siano positive o negative. Tante vuole magari posto delle review o magari dei video di preferiti, prodotti, che possono piacermi e magari mi viene chiesto in privato se davvero andrei a consigliarlo o meno. Li mi rendo conto che spesso la figura della beauty blogger spesso viene vista in maniera che io non condivido, io ci tengo a far passare quello che è realmente è e a condividere come se fosse con un amica le mie impressioni su quello che provo.

Com’é cambiata la tua vita da quando hai aperto un blog e il canale di YouTube?

Moltissimo perché, come dicevo prima, all’inizio è stata proprio una passione che andavo a coltivare negli spazi di tempo del lavoro, quindi nella pausa pranzo, quando avevo il turno libero e quindi era proprio una cosa marginale. Poi ho proprio cambiato vita perché ho interrotto i turni fissi, gli orari canonici ed è cambiato tutto. Mi dedico a qualcosa che mi piace che mi tiene sempre attiva, motivata, mi sposto tanto sia a milano che in altre città, ho possibilità di partecipare ad eventi, presentazioni. Sì, è proprio cambiato tanto.

Cosa avresti voluto sapere prima di intraprendere questo percorso?

Sinceramente, no, non c’è stato nulla che avrei voluto sapere. Io penso di avere avuto la fortuna, e dall’altra parte una sfortuna, di avere aspettato, aspettato il momento giusto. Da quando ho iniziato a vedere video su YouTube a quando ho aperto il canale e il mio blog sono passati anni in cui ho capito come avrei voluto improntare il mio blog e il mio canale e tutta la mia dimensione. Quello secondo me è servito. Se fossi partita immediatamente mi sarei concentrata su aspetti che in realtà non erano quelli per me importanti. Non ho trovato difficoltà nel senso che ho cercato sempre di muovermi seguendo sempre quello che sento e che voglio fare, quello che non mi piace e che non rientra nelle mie logiche io lo elimino e quindi non mi sono trovata in situazioni magari difficili da gestire. Certo, ci sono delle situazioni difficili da gestire, ma con il fatto di essere arrivata con una certa consapevolezza riesco a farlo sicuramente in un modo migliore e non avrei avuto bisogno di sapere qualcosa per affrontarlo.

Hai appena iniziato un percorso molto insuale per poterlo associare alla cosmesi. Ti va di dirci di più di questa tua nuova avventura?

Ho iniziato un nuovo percorso perché ho iniziato un corso AIS, per diventare sommelier. Ho terminato il primo livello e a settembre inizierò il secondo ed è un percorso a tre livelli per arrivare ad essere una sommelier. Ho sempre avuto la passione per il vino e ho deciso di approfondirla perché comunque non ho conoscenze in questo campo. Mi piacerebbe tantissimo unire quello che è il mondo della bellezza a quello del vino, perché tantissimi prodotti se ci facciamo caso contengono estratti dalla vite e dall’uva e in più ci sono anche tantissimi trattamenti che vengono fatti con il vino. E questo aspetto mi affascina tantissimo e cerco, spero di poter unire quelle che sono due passioni. Infatti nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, andrò andare ad inserire delle novità anche in questo ambito.

All’interno di Beauty and Prejudice, evidenziamo tutti quei pregiudizi legati al mondo della bellezza, quelli che ci infastidiscono e spesso, quelli che ci feriscono di più. Quale pregiudizio/frase fatta ti infastidisce e/o ti ferisce di più?

Secondo me la classica : il makeup è una cosa frivola, le ragazze che si truccano possono essere prese come superficiali e stupide. Sinceramente devo dire che non ho mai vissuto questa cosa in prima persona. Non mi sono mai sentita giudicata per la scelta di un blog riguardante la cosmesi o il trucco, ne per il fatto di truccarmi e di predermi tanto cura di me; fortunatamente non mi è capitato e quindi non ho vissuto questo pregiudizio in prima persona. Credo che quello sia lo stereotipo, il pregiudizio che può dar più fastidio. Penso anche che sia la persona che fa tanto la differenza; ènormale che può essere un giudizio a prima vista, data da una prima impressione, ma che possa essere mitigata dalla persona e da come si pone e dall’atteggiamento.

Progetti, sogni e aspirazioni per questo 2018.

Tante cose. E’ un periodo molto pieno, molto ricco, sono molto contenta perché mi sento proprio nella mia dimensione giusta, sto seguendo quello che voglio fare, voglio continuare ovviamente la mia avventura nel beauty e voglio anche coltivare questa nuova passione, cercare nuovi spunti per unire la realtà del vino e del beauty. E’ un periodo positivo in tutto, quando si è più tranquilli noi anche i rapporti con gli altri migliorano. Altri sogni no, in questi mesi ho concentrati parecchio e per ora mi fermo.

 

Ringrazio Lara per la sua disponibilitá e per aver accettato di convidivere con me e sì, anche con voi, il suo punto di vista e le novitá che arriveranno a breve sui suoi canali social. Se ancora non la seguite, vi invito a farlo, non ve ne pentirete!

 

Blog
Youtube
Facebook
Instagram

Se anche voi volete dire la vostra sul tema beauty and prejudice, potete scrivermi oppure compilare questo sondaggio!

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *