Reading Time: 4 minutes

Ladies and Gentlmen! Ben ritrovati sul blog!

L’ospite di questo appuntamento con Beauty and Prejudice è una ragazza che seguo da tempo, di cui ammiro per i suoi makeup spettacolari e adoro leggere gli articoli sul suo blog che non si limitano alle solite review. Sto parlando di Daniela, founder di Fashionably, che gentilmente ha accettato di chiacchierare con me di makeup e pregiudizi.

Buona lettura!

Ciao Daniela, parlaci di te: chi sei, cosa fai nella vita e perché hai aperto il tuo blog e i relativi canali social.

Ciao Alessia, mi presento, per tutti sono Fashionably ma, nella realta’ sono Daniela Vitiello, classe 1989.

Nella vita lavoro nell’ambito dei social e del web in generale e, impossibile negarlo, il mio blog e’ anch’esso un lavoro.

Nel 2009, grazie al mio fidanzato, muovo i primi passi nel mondo del web, lavorando per svariati siti. Nel 2015, dopo aver scritto per un portale dedicato alla moda e alla bellezza, decido d’investire su me stessa e da li nasce Fashionably.it

Al blog ho associato, sin da subito, i relativi social. Non posso negarti che quello a cui dedico piu’ attenzione, è Instagram. L’interazione che offre, con tutte le persone che mi seguono, è magnifica. Giorno dopo giorno mi permette di scoprire quanto affetto si puo’ ricevere attraverso dei brevi video o delle semplici foto.

Come nasce la tua passione per il makeup e la cosmesi?

Potrei dirti che è innata, ho ricordi di una me molto piccola, 4-5 anni, chiusa in bagno a giocare con i trucchi della mia mamma… quante cose che le ho rovinato!!!

Nel corso degli anni la passione è cresciuta ma, una volta scoperto il mondo di Youtube ed i video di Clio, e’ letteralmente esplosa.

Con lei ho capito quanto fossi interessata ad apprendere nozioni e piccoli trucchi del “mestiere”, oltre ad imparare nuove tecniche e a perfezionare quelle gia’ conosciute.

Cosa avresti voluto sapere prima di aprire il tuo blog?

Sicuramente tutto cio’ che poteva renderlo bello ed interessante da subito. Su molti aspetti ero molto impreparata, e cio’ mi ha portato a fare dei passi falsi.

Infatti, sebbene tutto sia nato nel 2015, non nascondo di essere pienamente soddisfatta solo dell’ultimo anno, nel corso del quale ho cambiato tante cose ed ho ottenuto grandi soddisfazioni.

All’interno di Beauty and Prejudice, evidenziamo tutti quei pregiudizi legati al mondo della bellezza, quelli che ci infastidiscono e spesso, quelli che ci feriscono di più. Quale pregiudizio/frase fatta ti infastidisce e/o ti ferisce di più?

Non tollero i pregiudizi legati alla sessualità, leggere che un uomo non può truccarsi, in quanto è una pratica da donne, lo trovo avvilente. 

In un’epoca così sviluppata, leggo ancora cose aberranti. Puntiamo il dito contro uomini che si truccano, perchè “Il make-up è cosa da donne”, e poi organizziamo rivolte quando ci viene detto che guidare è da uomini, che il calcio e’ da uomini e ancora tanto altro è “da uomini”.

Gridiamo all’emancipazione, alla libertà dell’individuo e poi? Un uomo si mostra truccato ed esce il peggio di tante persone!

In misura minore m’infastidiscono anche le  “leggi non scritte”, che danno vita a dei pregiudizi sciocchi. Quando si rompe un po’ lo schema della normalità, ci si ritrova dinanzi a persone che vedono in te qualcosa di sbagliato. In un attimo si viene giudicati per un trucco troppo carico, un rossetto dal colore insolito o delle unghie particolarmente lunghe.

Come si combattono i pregiudizi?

Molti pregiudizi sono frutto di un’ignoranza di base e di una societa’ che ci vorrebbe tutti omologati e in linea con un’ideale di persona nata dalla mente dei più.

Combattere tutto ciò è difficile, ma non impossibile. Ogni giorno mi ritrovo a parlare con ragazze che hanno paura di “osare” a causa dei possibili giudizi. Tantissime di loro tornano a scrivermi fiere di ciò che hanno fatto. Rompere uno schema ed andare oltre ai pregiudizi delle persone è ciò che ci rende liberi, perchè nulla è sbagliato, l’importante è non ledere gli altri con i nostri comportamenti… e diciamocela tutta, un rossetto blu, non ha mai ucciso nessuno!

Nella beauty community, il posto in cui tutte dovremmo sentirci più al sicuro e capite, spesso ci sono comportamenti completamente opposti. Quale atteggiamento/diceria/frase ti infastidisce di più da parte delle tue colleghe?

Seguo pochissime colleghe, nel corso degli anni ho smesso di seguire tantissime per la poca professionalità.

Ho visto recensire prodotti di cui non si conosceva nemmeno il reale utilizzo, promuoverne altri senza nemmeno averli swatchati e, ancor peggio, consigliare prodotti per i quali non si hanno reale competenze. Ovviamente mi riferisco a tutto cio’ che riguarda integratori, bibitoni miracolosi etc… sponsorizzati senza conoscerne realmente i pro ed i contro, consigliati a bambini e donne in stato interessanti, due categorie alle quali non mi sentirei di consigliare nemmeno l’acqua minerale senza consultare un medico.

Qual’é il difetto maggiore dell’industria cosmetica ad oggi, secondo te?

La poca originalitá. Il beauty world è saturo, non possiamo negarlo, eppure ci sono brand che riescono ancora a colpirci per caratteristiche uniche, mentre troppi alti sono ancorati a cose viste infinite volte, per le quali pagheresti il nome e nulla più.

Progetti, sogni e aspirazioni per questo 2019.

Di progetti ne ho tanti, e spero di poterli svelare presto, ma il più grande sogno è affermarmi nel mondo del lavoro, rendendo felice me stessa e, soprattutto, i miei genitori, che da sempre mi appoggiano.

Ringrazio ancora Daniela per aver contributo a lasciare la sua opinione in questa rubrica e vi invito a seguirla sui suoi social:

Instagram

Blog

A presto!

1 commento

  1. Grazie per l’immensa opportunità che mi hai dato. In pochi permettono di toccare tematiche così “scottanti”.

    Ti abbraccio <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *