Reading Time: 5 minutes

Ladies and Gentlemen! Ben ritrovati sul blog!

L’ospite di questo appuntamento di Beauty and Prejudice, se siete appassionati bio cosmesi, la conoscete bene. Si tratta della dolce Selene di Makeupbioaddicted, che ha chiacchierato con me dei temi riguardanti il mondo beauty e i suoi pregiudizi.

Buona lettura!

Ciao Selene, parlaci di te: chi sei, cosa fai nella vita e perché hai aperto il tuo blog e i relativi canali social.


Ciao a tutti e grazie a te Alessia per avermi ospitato nella tua rubrica Beauty and prejudice.
Mi presento, sono Selene e sono prima di tutto la mamma di due dolci terremoti di 7 e 5 anni che riempiono le mie giornate con i loro sorrisi e le loro urla, ma sono anche un’architetto d’interni oltre che appassionata (sin dalla tenera età di due anni) di cosmesi e makeup.


Il mio blog nasce in un momento abbastanza delicato, un momento nel quale non riuscivo più a gestire emotivamente i tanti “cambiamenti” a cui la vita mi aveva sottoposto né la normale quotidianità personale e familiare. A quel punto mi sono rimboccata le maniche ed ho deciso di riappropriarmi della mia vita partendo da me stessa e dalla mia sempre più forte e sentita passione per la cosmesi ecobio.

Adesso posso dire che non avrei potuto prendere decisione migliore perché attraverso la pagina instagram ed il blog, ho avuto modo non solo di ritagliarmi uno spazio tutto per me, uno spazio nel quale non ero “solo” una mamma ma ero semplicemente Selene, ma anche di conoscere persone splendide che oramai fanno parte della mia quotidianità.


Come nasce la tua passione per il makeup e la cosmesi? Come sei passata verso il suo lato più naturale?


La passione per il makeup e per la cosmesi è sempre stata insita in me infatti già a due anni mi mettevo le creme (in maniera meno maniacale di quanto faccia adesso ma comunque le mettevo) , e costringevo tutte le persone che entravano in casa mia a sottoporsi ad una sessione di makeup… la toeletta trucco che mia madre aveva e non usava era il mio regno!


Con il passare degli anni questa passione per i colori si è trasferita dai volti ai fogli di carta, fino a tornare nuovamente al volto in età adolescenziale e questa volta finalmente il volto da truccare era il mio.


Già all’epoca ero affascinata dalla cosmesi naturale infatti facevo maschere a base di argilla e coloravo i capelli con l’henné ma solo 5 anni fa mi sono realmente avvicinata alla cosmesi naturale. Il primo prodotto di makeup dall’inci “pulito” che ho acquistato è stato il fondotinta minerale ed è stato con quell’acquisto che mi sono imbattuta in alcuni blog che trattavano di cosmesi naturale.

Devo però ammettere che, sebbene fossi davvero convinta della mia “conversione” al naturale (in casa mia è quasi tutto biologico, non solo i cosmetici), la conferma che quella fosse la scelta di vita giusta per me e per la mia famiglia l’ho avuta dalla mia pelle che da fortemente acneica, grazie all’uso di prodotti privi di sostanze occlusive e dannose per la salute, è diventata normale a tendenza impura (adesso i brufoli sono davvero sporadici e non tempestano più tutto il mio viso).

Cosa avresti voluto sapere prima di aprire il tuo blog e, il tuo recente canale youtube?


Nonostante io abbia il blog da diversi anni vivo tutto ancora con estrema leggerezza e anche con molta semplicità per quanto riguarda le nozioni più tecniche legate al blogging (questa è una cosa a cui vorrei porre rimedio) ma se mi guardo indietro vedo un percorso fatto di tante piccole soddisfazioni e di questo ne sono immensamente soddisfatta.
Secondo me la chiave giusta per vivere i social nel migliore dei modi è pensare che, come in tutte le cose, ci possono essere dei lati negativi ma se li si affronta con leggerezza è possibile superarli egregiamente.


All’interno di Beauty and Prejudice, evidenziamo tutti quei pregiudizi legati al mondo della bellezza, quelli che ci infastidiscono e spesso, quelli che ci feriscono di più. Quale pregiudizio/ frase fatta ti infastidisce e/o ti ferisce di più?


Quando si tratta di bellezza purtroppo fin troppo spesso si pensa a cose frivole e contenuti di poco conto, ma in realtà dietro ad un makeup spesso c’è solo il desiderio di evadere dalla quotidianità o di esprimere le proprie emozioni o di colorare le giornate, così come dietro ad una routine di bellezza magari c’è la voglia di coccolarsi dopo una giornata stancate.

Fin troppo spesso si pensa che sia estremamente facile parlare di cosmesi e di makeup proprio perché vengono ritenute cose frivole ma in realtà capire un prodotto, conoscerne la natura, trasmettere a chi ci legge quello che è il nostro pensiero, è tutt’altro che semplice.


Probabilmente il pregiudizio che più mi ha ferita è quello delle persone che mi stanno vicino che inizialmente vedevano questa mia passione come una cosa vuota e fine a se stessa, ma per fortuna con il tempo hanno cambiato idea e adesso mi supportano molto.


Come si combattono i pregiudizi?


I pregiudizi spesso partono da noi stessi e in quel caso dobbiamo solo smettere di preoccuparci di quello che pensano gli altri e seguire le nostre passioni, dobbiamo imparare a non dar peso ai pregiudizi altrui.


Nella beauty community, il posto in cui tutte dovremmo sentirci più al sicuro e capite, spesso ci sono comportamenti completamente opposti. Quale atteggiamento/diceria/frase ti infastidisce di più da parte delle tue colleghe?


L’atteggiamento che più mi infastidisce è sicuramente l’invidia, un sentimento davvero inconcepibile per me e che ritengo denoti una grande povertà d’animo. Credo fermamente che il successo altrui non è di certo un mio insuccesso.


Dall’invidia spesso insorgono atteggiamenti puerili ma anche tanta cattiveria e falsità ed è in queste circostanze che rimpiango un po’ i miei inizi perché vi assicuro che 5 anni fa c’era più voglia di condividere che di apparire, c’era il piacere di confrontarsi e ci si dedicava al blogging con più passione e meno voglia di collaborazioni.


Qual é il difetto maggiore dell’industria cosmetica ad oggi, secondo te?


Bella domanda…Ad oggi credo che uno dei difetti più rilevanti sia la continua corsa per stare sulla cresta dell’onda, perdendo spesso di vista la qualità e francamente credo che questo alla lunga non paghi.
Le aziende che più apprezzo sono quelle che lavorano a lungo sulle formulazioni, dando molto spazio alla ricerca ed allo sviluppo preferendo piuttosto non proporre l’ennesimo prodotto “nella media” o già visto per aspettare di avere tra le mani un prodotto davvero ben studiato.


Progetti, sogni e aspirazioni per questo 2019.


I progetti sono così tanti che spesso non so da quale iniziare (devo decidermi a pianificare meglio il mio lavoro di blogger), ma il mio sogno è quello di riuscire a gestire al meglio i miei canali facendo in modo da non togliere del tempo alla mia famiglia e magari un giorno farlo diventare anche un lavoro! Altro sogno nel cassetto, che probabilmente molte delle persone che mi seguono immagineranno, è quello di collaborare con un’azienda per la realizzazione di una collezione di makeup o quantomeno una bella linea di rossetti.


Prima di salutarvi ci tengo a rinnovare nuovamente la mia gratitudine ad Alessia per avermi ospitato nel suo spazio, è stato bello potervi raccontare alcune cose di me ed esprimere il mio parere su un tema importante come quello della bellezza e dei pregiudizi che la circondano, e poi voglio ringraziare anche voi che avete dedicato del tempo a leggere le mie parole.

Ringrazio ancora moltissimo Selene per aver risposto alle mie domande e lasciato il suo contributo all’interno del progetto. Vi invito a seguirla sui suoi canali social:

Blog

Instagram

Youtube

A presto!

1 commento

  1. Bellissima intervista, Selene è una delle prime che ho incominciato a seguire sui Social e con il tempo non è cambiata! Onesta, dolce e sincera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *