Urban Decay happy hour: H(ea)t Again (flash makeup + prodotti)

Ladies and Gentlemen!
22657197_10210253634237161_1176567674_n
L’ultimo evento da Urban Decay in annex rinascente é stato pieno di amiche e di ragazze che hanno accettato di farsi fotografare con il makeup realizzato, chiedendo di provare prodotti particolari, restringendo quindi il mio campo di look ma soddisfacendole loro richieste con un piccolo di creativitá.
Dopo il sondaggio, é emerso che i makeup a toni caldi realizzati, vi piacciono molto. Quindi partirei dal raccontarvi di loro, delle richieste delle “modelle” e di come sono state accontentate.

FLASHMAKEUP

Modella: Giulia
Richieste : naked heat e vice liquid lipstick in tonalità piene e accese

Se il viso di Giulia non vi è nuovo, probabilmente la conoscete già per via del suo blog, J4giulia. Ci siamo incontrate al Cosmoprof lo scorso anno e poi incrociate in vari eventi successivi, senza la possibilità di chiacchierare davvero. Dopo varie peripezie, è riuscita finalmente a venirmi a trovare ad un evento per un piccolo flash make-up, provando e curiosando alcuni prodotti Urban.
Ho realizzato su di lei un make-up occhi con la palette heat, identico a quello realizzato su Lisa la scorsa volta perché lo trovo molto d’impatto e permette di amare la palette nella sua interezza. Sopra il suo fondotinta ho applicato un mix di terre dalla naked shapeshifter e l’illuminante liquido sin, che sapevo Giulia, da blogger e beauty addicted come me, avrebbe amato alla follia.
Come vice liquid lipstick ho scelto per lei trap queen, un bel rosso a base calda con micro-glitter oro, che ha subito adorato.

Modella: Claudia
Richiesta: una matita che duri tutto il giorno nella rima interna, come poter utilizzare la naked basic e un correttore in grado di coprire le sue occhiaie

Claudia è una beauty addicted compulsiva, che, innamorata dei colori, ha acquistato la naked basic senza riuscire a sfruttare bene i colori che l’avevano conquistata. Ho decisione quindi di applicare extra bitter nella piega, sfumandone bene i bordi con un colore più chiaro e poi illuminare con un ombretto mono Midnight blast, un bellissimo arancione bronzo shimmer,  e tamponare con il moondust liquido solstice nella parte centrale della palpebra. Mi ha chiesto poi di utilizzare la matita all’interno dell’occhio, perché le piace molto l’effetto, ma tutte sbavano eccessivamente e non si fissano. Ho pensato subito alla mitica e inimitabile perversion e non mi sono sbagliata: è rimasta pienamente soddisfatta dell’effetto e nel corso della serata, delle performance della matita.
Infine ho pettinato le sopracciglia, ridefinendole leggermente con una matita, per poi passare al subversion lash primer e ad una dose abbondante di Troublemaker. La naked shapeshifter è stata essenziale nella copertura delle occhiaie di Claudia, ho applicato infatti prima il correttore aranciato, e successivamente la sua giusta tonalità di naked concelear. Un velo di terra per evidenziare gli zigomi ( sempre un mix della shapeshifter), illuminante liquido sugli zigomi, sull’arcata e nell’angolo interno dell’occhio. Sulle labbra ho applicato la matita e il suo rossetto corrispondente, ovvero Rush, un nude rosato perfetto per Claudia ( lo sapete che sul sito potete trovare la combo tra Rush e Backtack a soli 20 euro?)

Modella: Selene
Richieste: un makeup dai toni caldi
Sono riuscita a farla uscire dalla sua comfort zone utilizzando la naked heat in tutta la sua bellezza e semplicità. Nella piega ho sfumato cayenne e he devil, mentre sulla piega ho steso scorched e dirty talk . Nell’angolo interno ho applicato ounce, mentre nella rima superiore e inferiore ho applicato la matita glide 24/7 in perversion. Troublemaker a gogo, per un make-up semplice ma d’effetto, visibile anche attraverso le spesse lenti degli occhiali da vista.
Sfruttando la sua acconciatura mossa, ho voluto donarle un viso da bambola utilizzando obsessed sulle guance e tamponando il metalized cruel sulle labbra.

Modella: Linde
Richieste: un makeup di impatto con il focus sulle labbra

Linde mi ha spiegato di amare i rossetti intensi e molto pazzi e inoltre, ultimamente, preferisce truccare più le labbra che gli occhi, trovando più materiale di sfogo. Ho applicato sulla palpebra il primer Eden, per poi stendere Glow dalla naked basic. Con un pennello da sfumatura abbastanza largo ho applicato Lethal, stando molto attenta a sfumare bene i bordi per un effetto più soft. Solo nella parte esterna, ho accentuato con una punta di nero, per poi sfumature la matita perversion sulla rima superiore e inferiore esterna. Nella rima inferiore, ho applicato esternamente con un pennello angolato e spruzzato precedentemente di All NighterSolstice. Come di abitudine nella serata, Subversion lash primer e troublemaker  per completare il tutto. Ho illuminato l’arcata con l’illuminante azzurro skywalk, utilizzando anche nell’angolo esterno e sullo zigomo. Naked skin concelear sulle occhiaie, sul naso e sul mento, terra dal naked flushed strip e un pizzico di blush dalla stessa palette. Sulle labbra ho applicato la matita blackmail, blackmail nei bordi esterni e seismic al centro.

Come vedete, con pochi prodotti ma tutti dello stesso brand, si possono realizzare dei piccoli flash make-up perfetti per una serata o per occasione particolare ( o semplicemente per sperimentare prodotti nuovi). Vi ho convinte a venire ai prossimi eventi?

Ricordo che non vengo assolutamente pagata per scrivere questi articoli e/o realizzare questi eventi, né da Urban Decay Italia, ne dal corner annex, ne da rinascente stessa. E’ un piacere per me poter parlare di un brand che tanto amo in un posto che mi porta tanta felicità.

A presto!

3 commenti

  1. Anche io voglio venire a trovarti! Bellissimi tutti i look!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *