Io sono un amante delle maschere capelli, ma mi sono riscoperta anche una fan degli impacchi pre shampoo e, come ben sapete, dei prodotti multifunzione. Per questo non potevo che provare Urca di Parentesi Bio, un prodotto amato in tutto il web e che mi incuriosiva moltissimo.

L’ho acquistato ormai 3 mesi fa e ho sperimentato più utilizzi possibili e finalmente, sono pronta parlarvi della mia esperienza con il prodotto.


Caratteristiche generali


Urca gel mask di Parentesi Bio si presenta in un flacone di plastica con un foro per permettere la fuoriuscita del prodotto in modo ottimale. Il pack del prodotto ha una grafica accattivante e pop ed è un pack “che vi parla“: trovate gli ingredienti principali in bella vista sulla parte frontale del prodotto, mentre sul retro trovate l’inci e tutte le indicazioni per poterlo utilizzare al meglio, con i rimandi al sito ufficiale del brand.

Il flacone contiente 250ml, con un PAO di 6 mesi che potete acquistare sul sito ufficiale e presso i rivenditori autorizzati ad un prezzo di 14€.


Cosa contiene Urca Gel Mask

La parte frontale del pack riporta tutti gli attivi principali di Urca. Gli attivi idratanti sono i semi di lino, il miele, la katira, una gomma che volumizza e idrata il capello, contribuendo alla  consistenza in gel del prodotto. Mentre gli attivi rinforzanti sono la la spirirulina, la cipolla, l’ortica e il luppolo, un ingrediente usato anche in altre referenze del brand, che mi fa ben sperare nei benefici della birra per il mio corpo ( visto che è una delle mie bevande alcoliche preferite). 

INCI:*LINUM USATISSIMUM  EXTRACT, AQUA, GLYCERIN, URTICA DIOICA LEAF EXTRACT, GUAR HYDROXYPROPYLTRIMONIUM CHLORIDE, PHENOXYETHANOL, PARFUM, TRIGONELLA FOENUM GRAECUM SEED EXTRACT, HUMULUS LUPULUS FLOWER EXTRACT, ASTRAGALUS GUMMIFER GUM, SPIRULINA MAXIMA POWDER, ALLIUM CEPA BULB EXTRACT, ZINGIBER OFFICINALE ROOT EXTRACT, *MEL, ROSMARINUS OFFICINALIS FLOWER EXTRACT, ETHYLHEXYLGLYCERIN, LIMONENE, LINALOOL,GERANIOL, CITRAL.*AGRICOLTURA BIOLOGICA

Come ho utilizzato Urca Gel Mask di Parentesi Bio


Urca viene presentata come un impacco idratante e rinforzante, ma non è solo questo: può essere utilizzato in moltissimi modi, alcuni adatti a tutte le tipologie di capello, altre solo per il capello riccio. In questi tre mesi sono riuscita ad utilizzarlo in vari modi, alcuni funzionali per me, altri no:

  • Come impacco pre shampoo idratante su tutta la lunghezza: applico il prodotto a capello asciutto ( nelle stagioni più fredde) o bagnato ( nei momenti più caldi e quando ne sento il bisogno) su tutta la cute e le lunghezze e, senza applicare pellicole o cuffie, lo tengo in posa da 30 minuti ad 1 ora e poi riascquo, massaggiando attentamente il prodotto per rimuoverlo con cura. Procedo con la mia normale haircare routine;
  • Come impacco rinforzante sulla cute: applico il prodotto a capello asciutto solo sulla cute e lo lascio in posa da 30 minuti ad 1 ora. Sulle lunghezze applico un prodotto nutriente, riascquo e procedo con la mia haircare routine;
  • Come trattamento per rivingorire i capelli stressati da piastra, ferro o phon: il mio capello si è sensiblizzato molto dopo l’ultima decolorazione e la sensibilità del capello è la prima cosa che ne ha risentito. Questo fa sì che il mio capello mal sopporti l’uso di temperature alte, infatti il primo lavaggio dopo l’uso di questi strumenti li fa apparire pesanti, spenti e opachi nonostante utilizzi sempre la stessa routine. Per questo ho provato ad applicare Urca, tenendola in posa un tempo minore per non ingrassare troppo la cute, e poi riascquarla: i miei capelli erano rinati!
  • Come prodotto di styling: il mio capello è liscio spaghetto, ma in estate, complice l’assenza del phon, tendono al mosso. Cerco quindi di utilizzare prodotti che mi permettano di enfatizzare il mosso senza seccare il capello ( con questo scopo ho acquistato Spirolì crema sempre di Parentesi Bio, di cui vi parlerò più avanti ) e per questo ho provato ad unire Urca con Spirolì e fare crunching, ovvero simulare il riccio tramite il movimento delle mani. Nonostante l’idratazione che i due prodotti hanno dato al mio capello, non sono riuscita ad ottenere il mosso che volevo. La cosa non mi ha preoccupato molto, volevo solo farvi sapere che se avete un capello liscio tendente al mosso in estate come il mio, probabilmente non è il prodotto che vi può aiutare in questo scopo.

Urca Gel Mask: cosa ne penso


La prima cosa che colpisce oltre la texture del prodotto, è il profumo: ogni volta che lo tengo in posa, è sempre riconoscibile e amato da tutti gli abitanti da casa, in particolare mamma che per questo motivo ha voluto provarlo e, anche lei, si è trovata subito bene. Come ho già dimostrato dai modi d’uso, Urca è un prodotto ormai indispensabile nella mia haircare routine, che ha soddisfatto tutte le mie aspettative sul prodotto e facendo aumentare la mia curiosità sulle referenze del brand.

Trovo che sia un prodotto perfetto per chi ha bisogno di un impacco rinforzante tutto l’anno e non può permettersi di lasciare i capelli bagnati per troppo tempo e per questo lo consiglio a tutte le tipologie di capello: è un ottimo aiuto anche per chi ha i capelli grassi, basta solo riascquare con cura il prodotto con il giusto shampoo.


E voi, avete mai provato le referenze di Parentesi Bio?

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *