Reading Time: 3 minutes

Nelle mie stories di questa estate, vi avevo che stavo testando un prodotto in anteprima. Ora è finalmente disponibile posso parlarvi della mia esperienza: si tratta dello shampoo solido al miele di Atelier Nativa, che mi è stato gentilmente omaggiato dal brand. Dopo un test intensivo, sono pronta a raccontarvi la mia esperienza con il prodotto! 


Caratteristiche generali


Lo shampoo solido al miele di Atelier Nativa è rivenduto esclusivamente sul sito e nel laboratorio di Atelier Nativa. La minitaglia del prodotto è composta da 30gr di prodotto ad un costo di 5€. Essendo un prodotto solido, non contiene plastica e contribuisce ad avere un impatto positivo sull’ambiente. Il prodotto inoltre non contiene ne parabeni, olii minerali, siliconi o conservanti.


Cosa contiene


Lo shampoo solido al miele di Atelier Nativa contiene oltre al miele, l’olio di cocco e tensioattivi di origine vegetale. Come potete notare dall’inci, non contiene alcun conservante. 


Inci:Sodium Cocoyl Isethionate, Lauryl Glucoside, Cocamidopropyl Betaine, Cetearyl Alcohol, Sodium Stearate, Cocus Nucifera Oil*, Mel*, Parfum, Sodium Phytate *da agricoltura BIO


Modo d’uso


Ho provato a strofinare il prodotto bagnato sulle mani, ma ho trovato che mi trovo meglio a strofinarlo sul capello bagnato, nei punti dove si applica lo shampoo e poi massaggiare la schiuma che si va a creare successivamente.


La mia esperienza con lo shampoo solido al miele di Atelier Nativa


Ho provato questo shampoo per tutto il mese di agosto e per le prime settimane di settembre, alternandolo a giorni alterni ad uno shampoo tradizionale per poterne capire le differenze sui miei capelli anche durante la stagione estiva.

Nonostante la tantissima schiuma prodotta in fase del lavaggio, la mia cute ha reagito benissimo all’uso e ho riscontrato un ottimo potere detergente. Dal profumo paradiasico di miele, mi aspettavo uno shampoo più corposo che tendesse a riprodurre sul mio capello la sensazione di uno shampoo quasi balsamo, portandomi ad usare meno balsamo/maschera e invece non ho riscontrato un apporto eccessivo di idratazione ( comunque benefica durante la stagione estiva ) e questo mi ha permesso di utilizzarlo anche nelle settimane successive al rientro dalle vacanze.


Rispetto allo shampoo tradizionale ho notato sui miei capelli, con le stesse dosi di balsamo e maschera, un volume pazzesco che portava ad una luce e un movimento naturale dei capelli davvero bello, di cui sono rimasta stupita perché non era ciò che mi aspettavo da questo shampoo. Promosso a pieni voti, sopratutto per chi ha i capelli colorati come me e sottopone i capelli a lavaggi frequenti! Sicuramente ora che la mia cute è tornata alla sua produzione pazza di sebo non è adatta, ma l’ho trovato un valido alleato estivo.


Pro: perché acquistare lo shampoo solido al miele di Atelier Nativa?

  • Perché è il prodotto perfetto da viaggio, basta solo che lo conserviate bene! Portando uno shampoo solido fa risparmiare liquidi che potete utilizzare per un rossetto o per un prodotto per la base. Inoltre è uno shampoo solido dalla formulazione molto semplice ma anche molto efficace: non richiede particolari processi, non vi farà mancare il vostro shampoo tradizionale, produce la stessa quantità di schiuma di uno shampoo liquido;
  • perché è un prodotto efficace su cute secca e normale, riuscendo a detergere il capello senza aggredirlo;


Contro: perché non acquistare lo shampoo solido al miele di Atelier Nativa?

  • Se non amate la tipologia dei prodotti solidi, anche se come già detto lo trovo adatto anche ai neofiti;
  • Se non avete una cute secca e normale, ma grassa e problematica. In questo caso potete provare la versione alle erbe del brand, che mi sembra più adatta per questa problematica e che penso di provare presto per confrontare le funzioni!

E voi, quale rapporto avete con gli shampoo solidi?

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *