Industria beauty ai tempi del COVID19

Industria beauty ai tempi del COVID19: cambiamenti e riflessioni

0 Condivisioni

Siamo sempre più vicini alla fase 2 e ormai dobbiamo accetarlo: il nostro modo di vivere cambierà nei prossimi mesi. E cambierà nelle piccole cose, anche quelle che possono sembrare più frivole ma che hanno un impatto sulla nostra quotidianità.


Non posso parlarvi di come cambiera il mondo interno, ma posso parlarvi di come so che cambierà l’industria beauty e il nostro modo di viverla. E’ un argomento in cui inevitabilmente ho pensato in questi mesi e volevo riflettere anche con voi su quello che penso e che ho scoperto.


Fiere Beauty: cancellazioni e versioni digitali


Ogni volta che scrivo questo trafiletto, tendo a cancellarlo. La notizia del primo spostamento della fiera è arrivato nel mio ultimo viaggio prima della quaratena, a Roma, dalle mie migliori amiche e ci sono tante emozioni contrastanti che mi legano a quei momenti che non posso esprimere sulla pagina bianca. Non so se lo sapete ma Cosmoprof, dopo essere stato spostato due volte, è stato cancellato e rimandato al 2021. E così è già successo e succederà per molte fiere del settore: Excense, CosmoExpo e si aspetta la conferma del Sana.


Cosmoprof ha deciso di non lasciarci completamente senza di lui: la più grande manifestazione fierisica beauty mondiale ha deciso di ricreare una piccola versiona della fiera sul web con WeCosmoprof. Per poter far conoscere le novità in previsione della fiera e lasciare che i brand e i buyer si incontrino virutalmente per creare delle paternership e progetti. La trovo un idea meravigliosa e non vedo l’ora di poter assistere a questo evento il mese prossimo.


Niente più tester: quando sarà difficile sapere cosa stai acquistando ( e tanto vale acquistare online?)


Quando sono giù di morale e riesco ad avere del tempo per me, amo entrare nei negozi e immergermi nel mio mondo: swatchare, provare, esplorare, scoprire. Anche uscendo a mani vuote, ma con il cuore più leggero e la mente piena di colori.


Non sarà più possibile fare questo nei prossimi mesi, con la stessa facilità. Non avremmo più il permesso di poter provare i tester con le nostre mani, e sarà difficile chiedere sample direttamente in negozio. Si spera di poter usufruire di bastoncini e di piccole spatoline, anche se entra in uso l’obbligo di guanti non so quanto possa essere utile.


Anche entrare nei negozi fisici sarà difficile: le misure di distanziamento ridurrano le persone che potranno entrare nei negozi e a non tutti piacerà uscire e tenere indosso tanto la mascherina anche per momenti così piacevoli.


Ci ritroveremo ad acquistare molto online, per comodità e per un senso di sicurezza. Dal mio canto, credo che farò entrambe le cose perchè mi manca molto il mio giro di esplorazione e ogni piccolo passo verso la normalità, è sempre un passo.


Mascherina: le rinunce e i cambiamenti nel nostra routine


Sin dall’inizio della fase 2, per uscire sarà obbligatorio indossare una mascherina e rispettare le misure le distinziamento. Le nostre abitudini beauty cambieranno drasticamente: indossarla fa sudare, alcuni modelli segnano e sfregano sulla pelle se tenuti per molti ore e dovremmo correre ai ripari e rinunciare a molte cose. Viene spontaneo dire che rinunceremo a fondotinta e rossetti, per non trasferirli sulla mascherina ed evitare di sprecare il nostro colore preferito se nessuno potrá vederlo.

Alcune makeup artist stanno proponendo makeup specifici a lunga tenuta adatti a questa nuova esigenza e trovo sia un ottimo compresso. Nulla vi vieta di portarvi il vostro rossetto preferito in borsa e applicarlo quando potrete togliere la mascherina!

Dal punto di vista della skincare, ascoltate la vostra pelle e cercate di riequilbrarla alle vostre esigenze. Per lenire le zone arrossate puntate su maschere nutrienti o prodotti riparatori come prima pelle di Latte e Luna.

Parrucchiere ed estetiste: prenotazioni in largo anticipo, precauzioni di sicurezza


I parrucchiere e le estetiste riapriranno ufficialmente il 1 giugno e mentre nell’attesa cerchiamo tutti di arrangiarci da soli, non vediamo l’ora di poter sistemare il taglio o risistemare le nostre unghie.

Le misure di sicurezza e le nostre necessità faranno si che le attese si faranno più lunghe: prenotate in anticipo! Non solo potrete organizzarvi meglio ma darete un mano psicologicamente anche ai vostri parrucchieri ed estetiste, che hanno bisogno di sapere che la loro agenda dei mesi dei prossimi mesi sia pienissima. 


Oltre che alla mascherina, molti operatori dovranno usare una visiera per alcuni trattamenti più specifici e tra questi trattamenti, non tutti saranno permessi fin da subito. Bisogna pazientare, cercare di abituarsi a questa nuova modalitá che si speri duri il meno possibile e che sia solo un mezzo per farci tornare alla normalitá.


Marketing ai tempi della quaratena: i brand e le dirette


Niente più press day, eventi, incontri, video : una grande parte della comunicazione é stata messa alla prova dalla Covid19. Come hanno reagito le aziende? Massimizzando l’uso dei social tramite dirette, corsi, contenuti interattivi. Molti si sono anche adoperati per sostenere ospedali ed enti benefici con i ricavati dagli acquisti dei loro consumatori come Zago Milano, Espressoh, Michele Rinaldi e moltissimi altri!


Secondo voi ci sono altri cambiamenti in arrivo nell’industria beauty per via del Covid19? Chiacchieramone insieme qui nei commenti oppure su Instagram.

0 Condivisioni

Potrebbe piacerti...

1 commento

  1. Ciao Ale! Ottime riflessioni. Alla questione dei tester e dei makeup con la mascherina ci avevo pensato anche io. Mi era sfuggita di mente, però tutta la questione legata agli eventi (probabilmente perché non ho mai partecipato a uno di questi). Credo che, però anche i brand e in qualche modo noi consumatori e blogger ne usciremo fortificati.
    Personalmente nel momento in cui acquisterò, cercherò di farlo nei negozi della mia zona ed online vorrei prediligere gli shop italiani per sostenerli visto il periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *