Libri beauty: la scienza dei capelli di Elena Accorsi Buttini

0 Condivisioni

Lo sapete, io amo i libri beauty. E amo conoscere libri beauty da argomenti poco presenti sul mercato perchè ammettiamolo, ne troviamo tantissimi che parlano di capelli e sopratutto da un punto di vista scientifico. Ringrazio Gribaudo Editore che mi ha omaggiato di questo (spoiler) meraviglioso di cui vi parlerò in questo articolo.

Chi è Elena Accorsi Buttini?

Partiamo dalle basi e vi racconto un po’ dell’autrice. Elena Accorsi Buttini, per chi non la conoscesse, è un farmacista che ha conseguito un master in tricologia e si occupa di marketing scientifico per il settore cosmetico. Su Instagram e sul suo blog parla di cosmetica scandagliando gli aspetti più tecnici, quelli oscuri a noi comuni mortali.

Quali sono i temi principali de “La scienza dei capelli”?

Se dovessi riassumere in tre macro categorie gli argomenti del libro, li classificherei io:

  • chimica dei capelli – la mia formazione umanistica e artistica non mi impedisce di rimanere affascinata dal mondo della chimica, di cui so e capisco ben poco e tutto quello che riguarda la chimica cosmetica mi affascina e mi appassiona. In questo volume ad esempio, la trovete sotto forma di spiegazione di come funziona la permamente, la stiratura alla cheratina, le varie tipologie di tinta e il loro funzionamento ma anche semplice potrete ammirare la formula dell’ olio di cocco (a cui è dedicato un intero capitolo) mentre scoprite usi e disusi del prodotto
  • falsi miti e tanti dubbi – nel libro trovete analizzate e scandagliati tanti falsi miti cosmetici, con basi e studi scientifici a sostegno. Come la protezione solare per capelli, la questione spinosa dei siliconi e se parliamo di argomenti scomodi, troviamo la questione della sostenibilità cosmetica a cui sapete tengo molto e che ho affrontato qui. Trovete inoltre la spiegazione dei prodotti più comuni sul mercato e del loro uso: shampoo antigiallo, le magie del conditioner e molto altro!
  • curiosità a volontà – conoscevate il motivo del design del Dyson? la storia di Olapex? la sindrome di Maria Antonietta? quale scoperta di Alan Turing è stata utile nel mondo cosmetico e infine, come nascono le parrucchere? Tutto questo e molto altro ha una risposta all’interno del libro.

Consiglio: non dimenticate l’ultimo capitolo. Non ve ne pentirete.

Cosa ne penso de “La scienza dei capelli”?

Come avrete già dedotto, è un volume che mi è piaciuto e che consiglio a tutti gli appassionati del mondo cosmetico, sia che siate informati o meno riguardo il tema capelli: il linguaggio utilizzato, nonostante i termini scientifici, è comprensibile a tutti e trovo che tutto sia raccontanto i modo accattivamente.

Anche i falsi miti e le convizioni che abbiamo un po’ tutti dato per assodate, sono spiegate in modo intuitivo, magari utilizzando le stesse metafore e paragoni che ci hanno accompagnato fino a quel momento. Un volume davvero ben fatto sull’argomento che sono contenta di avere sul mio scaffale!




Se volete continuare a seguirmi, mi trovate anche su Instagram, sul mio canale Youtube e su Beauty Generations.

A presto!

0 Condivisioni

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *