Reading Time: 4 minutes

Io amo andare al mare, ma i miei capelli no: la salsedine e la sabbia li seccano, e necessitano ancora più cure del solito. Per questo motivo quest’anno ho deciso di abbandonare ogni traccia di tinta e farli rimanere biondi ( ovvero il colore a cui tornavano tra una tinta rossa e l’altra) e potergli dedicare tutte le attenzioni possibili, senza paura di danneggiare il mio colore. Se invece volete continuare a ravvivare il colore anche d’estate, proprio l’anno scorso vi ho parlato del mio metodo qui.


Ecco i miei consigli per curare i capelli decolorati in estate senza farli diventare un ammasso informe di paglia.


Capelli decolorati al mare: cosa fare prima dell’esposizione solare


Quando vi preparate per andare al mare e applicate la protezione solare, prestate attenzione anche ai vostri capelli: proteggeteli anche durante il tragitto verso la spiaggia e prima dell’esposizione li aiuterete a subire meno gli stress della giornata.


Inumiditeli con acqua o acqua termale e applicate un prodotto protettivo: che sia un olio con spf o un olio capelli, oppure un prodotto leave in, assicuratevi di applicarlo con cura insistendo sulle lunghezze. Inoltre sarebbe perfetto usare un capello o un turbante per assicurarsi maggior protezione, ma é uno step che faccio pochissimo perché non ho trovato modelli poco ingombranti e affini ai miei gusti che non mi mettano a disagio nell’indossarli.

Capelli decolorati al mare: cosa fare dopo ogni bagno


Ora che avete sguazzato in acqua e state per procedere alla tintarella, é giunto il momento di nutrire e proteggere i vostri capelli ancora una volta, per evitare che il sale li secchi ulteriormente. Ma prima di tutto, sciacquateli con acqua dolce: in questo modo andrete a rimuovere una parte della salsedine e della sabbia, e tutti i prodotti applicati successivamente avranno più effetto.


Potete decidere di continuare ad applicare il vostro olio capelli oppure optare per un prodotto nutriente leave in, come un balsamo spray o una crema apposita. Pettinate il prodotto e tornate alla vostra tintarella ( sempre applicando con coscienza e costanza la vostra protezione solare!), ricordandovi di ripetere tutti i passaggi ogni volta che uscite dall’acqua.


Capelli decolorati al mare: cosa fare e cosa non fare nell’haircare routine 


Ora che siete tornati in appartamento/a casa/ in albergo, é giunto il momento di lavarsi i capelli. Se so che tornerò in spiaggia anche al pomeriggio, procedo nel sciacquarli solo con acqua e applico una maschera idratante. 


A seconda delle condizioni dei miei capelli:

  • procedo a riascquare completamente il prodotto dopo un breve tempo di posa
  • li lascio avvolti in asciugamano per più tempo e procedo al riascquo dopo 20/30 minut inon rimuovo il prodotto e lo lascio agire sul capello, come un trattamento leave in
  • Se non sapete a che maschera capelli affidarvi, qui trovate le mie preferite di sempre ( la lista si aggiorna di continuo). 


Se invece non devo andare in spiaggia, procedo al lavaggio optano per un prodotto adatto ai lavaggi frequenti e più idratante rispetto al solito.

Come ben sapete io ho una cute grassa ma in estate utilizzare uno shampoo purificante ucciderebbe i miei capelli, per questo vi consiglio di optare per formule più idratanti, magari uno shampoo specifico per contrastare i danni della salsedine.

Non dimenticatevi di idratare! Balsamo/ maschera o entrambi sono uno step che non potete saltare.


Step che invece potete saltare sono quelli che prevedono l’uso del phon e di qualsiasi altro device per lo styling con calore, che non aiuta nella salute dei vostri capelli giá più fragili del solito in questo periodo. Per evitare l’effetto crespo dato dall’asciugatura all’aria, optate per un prodotto per lo styling per disciplinarli e fargli assumere la forma che voi volete da loro oppure un buon prodotto anticrespo.

Capelli decolorati: I miei alleati in queste vacanze e qualche consiglio


E io, cosa sto utilizzando?

Ecco un piccolo recap dei prodotti che sto testando in questo periodo per la routine capelli perfetta, con alcune alternative.


Come shampoo ho scelto di portare con me lo shampoo idratante e riparatore all’aloe vera di Garnier, un gradito omaggio dell’azienda che sto testando da qualche settimana. Un prodotto che sono sicura che in condizioni normali non riuscirebbe a soddisfacermi come sta facendo in questo periodo. Lo sto alternando ad un prodotto che sto testando per un brand, che non é ancora uscito, e di cui spero di parlarvi presto!


Ho preferito non portare nessun balsamo capelli durante queste vacanze, optando per un prodotto versatile che possa sostituire il balsamo canonico ovvero la maschera triplo uso hair food all’aloe vera di Garnier. Non posso che consigliare le maschere multiuso come le hair food per idratare e/o nutrire i capelli decolorati. É la seconda estate con questa tipologia di prodotto e credo di non abbandonarlo mai!


Per proteggere i miei capelli al mare sto utilizzando due prodotti diversi, che posso unire tra loro o utilizzare singolarmente. Come olio negli scorsi mesi ho utilizzato l’olio Eleiva di Myevooskin, di cui vi parlerò presto, ma tra i miei olii solari preferiti non posso che consigliarvi il photoplage di Phyto, che ho acquistato e riacquistato negli ultimi anni più e più volte. Il trattamento leave-in prescelto é Spirolì di Parentesi Bio, che ha anche la funzione di crema modellante, perfetta quindi per lo styling.


Ultimo prodotto che ho inserito nella routine é il siero anticrespo di Biofficina Toscana, ultima uscita del brand, di cui non vedo l’ora di parlarvene di più perché si sta dimostrando davvero un prodotto straordinario.


 E voi, cosa utilizzate per proteggere i capelli durante le giornate al mare?


A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *